fr | en | de


  contact

Institution search
(name, country, city)



Gipsoteca del Dipartimento di Scienze Archeologiche. Facoltà di Lettere.Università di Pisa

©- ©- ©-

Collection
Category : Archaeology
Civilizations : Greece, Roman time
Access : 8h30 - 13h30 et 14h00 - 17h00
Description : La Gipsoteca fa parte delle collezioni museali del Dipartimento di Scienze Archeologiche, insieme all'Antiquarium di Archeologia classica e alle Collezioni Paletnologiche. Essa prende avvio nel 1887, data piuttosto precoce nel panorama dell'Italia post-unitaria, in linea con quanto avveniva in altre sedi universitarie italiane, e soprattutto con le più celebri gipsoteche del nord-Europa, nell'intento, espresso anche dalle Facoltà umanistiche, di dotarsi di "gabinetti scientifici" per l'insegnamento dell'Archeologia sperimentale e per le attività di ricerca sulle opere d'arte antiche. I calchi acquistati dai primi docenti dell'Ateneo pisano, soprattutto Gherardo Ghirardini, Lucio Mariani e Edoardo Galli, e successivamente Silvio Ferri, sono scelti fra gli esempi più rappresentativi soprattutto della scultura greca di età classica, in aderenza ai temi delle lezioni universitarie e agli interessi della "scuola filologica germanica", che studiava criticamente attraverso le copie dell'epoca romana i capolavori della scultura greca ricordati dalle fonti antiche (ad esempio il gruppo dei Tirannicidi, la Venere di Milo, il Doriforo policleteo, il Discobolo e il Marsia di Mirone, l'Hermes di Olimpia). Ma non mancano calchi tratti dal rilievo monumentale e funerario, dalla ritrattistica, accanto a piccoli esemplari della plastica etrusca e minoica (fegato di Piacenza, Rythòn di Hagia Triada). Un momento di notevole vitalità è rappresentato poi da Silvio Ferri, che incrementa la collezione fino a un totale di circa 100 esemplari, con la realizzazione di alcuni calchi ricostruttivi rispondenti a proprie ipotesi interpretative. E' questo il caso di due "pezzi unici" che la Gipsoteca di Pisa possiede, come la ricostruzione integrale della figura femminile di piangente dal Tumulo etrusco arcaico della Pietrera di Vetulonia, realizzata negli anni '50 dal Ferri sulla base dei frammenti scultorei del Museo Archeologico di Firenze; e la personalissima versione ricostruttiva del gruppo del Laocoonte, riconoscibile per l'andamento più voluminoso delle spire di serpente, che lo stesso Ferri fece eseguire a Roma dal formatore dei Musei Vaticani.
Creating year : 1887
Mould Number : ?
Cast Number : ca 100
Bibliography : Fulvia DONATI, La Gipsoteca di Arte antica, Università degli Studi di Pisa, Collezioni del Dipartimento di Scienze Archeologiche, Editions ETS, 1999. 383 p.
Institution
Gipsoteca del Dipartimento di Scienze Archeologiche. Facoltà di Lettere.Università di Pisa
Piazza San Paolo all' Orto N° 20
I 56127 PISA
Italia - Europe
Status : University collection

Phone : +39 050/911650
Website : www.arch.unipi.it/gipso.html

Per informazioni ed eventuali prenotazioni di visite guidate telefonare al n° di servizio 346 3236607
Contact
Dttessa Fulvia Donati
+39 050/911650
donati@arch.unipi.it